Passa ai contenuti principali

Post

In primo piano

Bari calling: il rock della nostalgia

Ci sono passioni che fanno soffrire, alle quali ci immoliamo con (sadico) autolesionismo. Si soffre e basta, e più si soffre e più ci si appassiona. Poi ci sono altre passioni, che mettono le ali, sbucciano la scorza di dolore che ci riveste, lasciando solo la polpa, rara preziosa ed estatica: la felicità . Non possiamo rinunciare né alle une né alle altre. Quelle passioni, per Pierluigi De Palma, di mestiere avvocato, sono - in ordine di apparizione - due. Prima passione: il calcio (l’amore autolesionista in questo caso ha i colori giallorossi della Roma, la squadra “più irrisolta della storia dello sport. La squadra che detiene il record mondiale di secondi posti in campionato, una specie di Toto Cutugno del calcio. La squadra che ha perso una finale di Coppa dei Campioni, in casa, ai rigori.”). Seconda passione: la musica, nella voce e fattezze in particolare di Bruce Springsteen , icona, mentore e maestro di intere generazione di rockettari (per inciso alla seconda passione parteci

Ultimi post

La rivincita del potere

Mio padre odiava il rock'n' roll (Arcana)

La dittatura delle emozioni

La riscossa del vinile. A colloquio con Emiliano Bazzanella

Luigina Mortari. Aver cura di sé

Springsteen on Broadway

La prima volta con Bruce

Il vangelo secondo Bruce Springsteen (Claudiana)

Emanuele Coccia - La vita delle piante

Alessandro Portelli. Bob Dylan, Pioggia e Veleno